PIANOFORTE VENDESI

ACQUISTA DA NOI

13/01/2019


DATE: GENNAIO 13, 2019
TIME: 21:00
LOCATION: MANTOVA
VENUE: SPAZIO STUDIO SANT'ORSOLA

PIANOFORTE VENDESI

tratto dall’omonimo romanzo di Andrea Vitali

Regia Raffaele Latagliata

con Adriano Evangelisti

Produzione Fondazione Aida in collaborazione con Ars Creazione e Spettacolo

Lo scrittore lecchese s’immerge per la prima volta nella stesura di un testo teatrale assieme al regista Raffaele Latagliata per dar vita ai tanti personaggi che animano il suo sottobosco narrativo, rappresentati in scena dalla poliedricitàdi un solo attore, Adriano Evangelisti

Dopo il debutto al Festivaletteratura di Mantova e i successi riscossi a Roma al Teatro Brancaccino e al Teatro Cometa Off, lo spettacolo “Pianoforte vendesi”, tratto dall’omonimo romanzo diAndrea Vitali, inizierà a breve la sua tournée in giro per l’Italia.

Una coproduzione Fondazione Aida e ARS Creazione e Spettacolo, con Adriano Evangelisti, musiche originali di Patrizio Maria D’Artista e la regia di Raffaele Latagliata.

“Pianoforte vendesi è tra le tante storie la mia prediletta, scritta col cuore e poco cervello -afferma Andrea Vitali – e racconta il bene inalienabile dell’illusione, della fantasia e chi vi si avvicina, lettore, spettatore, regista, attore o sceneggiatore che sia, deve farlo in compagnia del bambino che è stato e che continua a vivere, magari un po’ nascosto, nel fondo del cuore”

Andrea Vitali ha saputo creare un genere, una tipologia narrativa di luoghi e di stile, di ambientazione e di sottobosco psicologico, un genere riconoscibile e originale, amato dai lettori e rigoroso nella forma letteraria.
La versione teatrale di Pianoforte vendesi – afferma il regista Raffaele Latagliata -cercherà di utilizzare, da una parte, la forza evocativa della parola, affidata esclusivamente al talento istrionico di un solo attore, Adriano Evangelisti, chiamato a dare voce e corpo a tutti i personaggi della storia, e , dall’altra, il potere di suggestione emotiva della musica – composta appositamente da Patrizio Maria D’Artista – per restituire le atmosfere soffuse e le penombre di questo romanzo di straordinaria intensità, perennemente in bilico tra sogno e realtà, senza dimenticare i guizzi folgoranti del suo umorismo”.

Sigla.com - Internet Partner