ARS CREAZIONE E SPETTACOLO

Tutti gli spettacoli

Virgilio e L’amore

Virgilio e l’amore

Tratto dal romanzo altomedioevale Dolopathos di Jean de Hauteseille
nella traduzione di Giovanni Pasetti
frammenti virgiliani
a cura di Giorgio Bernardi Perini

Una Produzione Ars. Creazione e Spettacolo – Fondazione Banca Agricola Mantovana
In collaborazione con Fondazione “Umberto Artioli” – Mantova Capitale Europea dello Spettacolo
Centro Internazionale d’Arte e Cultura di Palazzo Te
Cà Gioiosa
Con la partecipazione di Vitaliano Trevisan nel ruolo di Virgilio
e con Dolopathos – Adriano Evangelisti, Lucinio – Daniele Cartamantiglia

Antonella Caron – Nela Lucic – Barbara De Gabrielis – Erica Puddu
Estratti da “Statuaria” di RBR Dance Company coreografie Cristiano Fagioli
Regia Raffaele Latagliata e Federica Restani
Adattamento Federica Restani

Si tratta di un’ allegoria medioevale portata in scena con le modalità espressive di due generi differenti: del teatro di figura e di narrazione, in una contaminazione di alto potere emotivo.
Il romanzo a cui lo spettacolo si ispira è considerato un antesignano della Divina Commedia: appare per la prima volta in letteratura la figura di un Virgilio mentore di un iniziato in amore, proprio come in Dante, che lo conduce attraverso sette stazioni, abitate da sette sapienti che lo sapranno condurre alla realizzazione.
La danza ha lo scopo di evidenziare particolari momenti narrativi attraverso la creazione di tabloid fissi e in movimento, come intarsi in una metopa, costituita da sei voci narranti: Virgilio (interpretato da un nome di spicco del panorama teatrale italiano); il giovane Lucino (il protagonista della storia, interpretato da un giovane attore ); il re (Adriano Evangelisti), la matrigna (interpretata da una attrice-danzatrice che eseguirà una narrazione fisica della scena, che nel romanzo è detta “ della seduzione”) e dalle due narratrici Barbara De Gabrielis e Antonella Caron.